Unione Europea. Tangentopoli. Stragi: Unica regia?

Unione Europea. Tangentopoli. Stragi: Unica regia?

Alla luce dei documenti che sono stati desecretati in America sul ruolo determinante avuto dalla Cia e dalle grandi oligarchie finanziare americane nella creazione dell’unione Europea; documenti che sono consultabili negli archivi di stato, che io ho analizzato nel mio libro La Matrix Europea.
https://www.francescoamodeo.it/books/la-matrix-europea-ed-2019/

e che prima di me il Telegraph britannico aveva pubblicato per ben due volte con un titolo che non lascia dubbi: “l’Unione Europea è un progetto della Cia ed i fautori della Brexit se ne sono resi conto”.

https://www.telegraph.co.uk/business/2016/04/27/the-european-union-always-was-a-cia-project-as-brexiteers-discov/

Ed alla luce dei documenti che sono emersi, sul coinvolgimento della Cia e delle oligarchie americane, nella vicenda di tangentopoli mediante stretti e documentati rapporti con alcuni giudici di mani pulite. Vicende confermate da ex ambasciatori americani in Italia, di cui si parla anche nel nuovo libro di Marcello Sorgi.

http://www.ilgiornale.it/news/interni/ci-fu-regia-occulta-degli-usa-dietro-mani-pulite-rivelazioni-833119.html

Non credete sia doveroso, a 20 anni dalla morte di Craxi, istituire una seria commissione d’inchiesta, capace di trovare il filo conduttore che unisce le due vicende.

Da una parte la Cia e ambienti dell’alta finanza internazionale, che avevano creato e finanziato l’Unione Europea e dall’altra parte, nuovamente gli ambienti della Cia e le medesime organizzazioni finanziarie che a quanto pare avranno poi un ruolo nello smantellamento per via giudiziaria di quella classe politica, che con enormi difetti, rappresentava però un baluardo in difesa della sovranità nazionale. Non ci scordiamo che Craxy a Sigonella, per difenderla quella sovranità, fece letteralmente sbattere fuori a calci nel sedere i marines americani, dopo aver detto un secco no telefonico alle richieste del Presidente americano Regan. Lo stesso Craxy che parlava dell’Europa come qualcosa che sarebbe stato nel migliore dei casi un limbo ma più probabilmente un inferno, con dei parametri di Maastricht che lui stesso riteneva da rispedire al mittente.

Una classe politica, insomma, che andava contro gli interessi di quelle oligarchie internazionali e di quella frangia della Cia, che oggi da numerosi documenti, risultano aver avuto un ruolo determinante nella nascita dell’Unione Europea e dietro lo smantellamento e la morte di quella prima Repubblica, che con ogni probabilità, si sarebbe ancora una volta opposta alle totali cessioni di sovranità che seguirono.

Francesco Amodeo

 

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.